Elezioni del Sindaco e rinnovo del consiglio comunale di Priolo Gargallo

giugno 2, 2008

ELEZIONE DEL SINDACO E RINNOVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DI PRIOLO GARGALLO

 

 

CALENDARIO INCONTRI DEL CANDIDATO A SINDACO

ANTONELLO RIZZA

DOMENICA 25 MAGGIO 2008 – ORE 10,00

[FORESTERIA TRAGUZZI – PALA ENICHEM]

PRESENTAZIONE LISTE E PROGRAMMA ELETTORALE

DOMENICA 08 GIUGNO 2008 – ORE 10,00

[FORESTERIA TRAGUZZI – PALA ENICHEM]

INCONTRO

CON I RAPPRESENTANTI DI LISTA DELLA COALIZIONE

 

LISTA DEI CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE

 

 

 

LISTA N° 2
NOI…DONNE PER PRIOLO

I CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE

  .   ABRAMO ROSETTA DETTA ROSSELLA

         AUGELLO NUNZIA DETTA NUNZIA RITA

         BONURA PIERPAOLA

         BORZELLO MICELI PATRIZIA

         CARBONE CARMELA

         CASELLA EMANUELA

         CAVALIERE MARIA

         DI  PIETRO MARIA DETTA CRISTINA

         FAZZINA MANUELA

         GIORDANO PAOLA

         LO IACONO GIOVANNA DETTA GIANNA

         NASONTE VERONICA

         PALADINO PROSPERINA DETTA ERINA

         PANTISANO VALENTINA

         PASTORE ELISA

         RAPPAZZO ANGELA

         SCALZO ELENA

         SCHIAVONE CARMELA

         SGROI CARMELA

         SPINA GIUSEPPA DETTA GIUSI

 

LISTA N° 4
UDC

I CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE

         FIDUCIA GIUSEPPE

         ROMANO GAETANO DETTO TANINO

         MAROTTA PAOLO

         NOCERA SALVATORE

         ARENA GUGLIELMO

         COCOLA SALVATORE

         COMITO LUCIA DETTA  LUCY -  LUSI

         DI MAURO CONCETTO

         FERRO SEBASTIANO

         FRISENDA NADIA

         GIANNETTO MASSIMO DETTO MAX

         GOZZO SANTO

         LUCENTE NICOLA

         LO GIUDICE SEBASTIANO

         MARCHESE ANTONINO DETTO NUCCIO

         MARTININI CINZIA

         MORELLO SALVATORE

         SARACENO CARMELA

         SILLUZIO MARIO

         SPINELLO MASSIMO

 

LISTA N° 5
LA SORGENTE

    I CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE

          RIZZA ANTONELLO

         ALIA GIACOMO

         BOSCO SALVATORE

         CANNAMELA SEBASTIANO

         CASTROGIOVANNI FABIO

         CHIARAMONTE GIUSEPPA  DETTA GIUSY

         COCOLA ANGELO

         FIGURA LUCIANO

         FORMOSA SALVATORE

         GERVASI LORENZO

         LA PIRA VINCENZO

         MALATO CONCETTA DETTA CETTINA

         MALTESE SIMONE

         PARISI SEBASTIANO DETTO NELLO

         RIITTO ERSTE

         RUGGIERI MARIA

         VASILE GIUSEPPE  DETTO PEPPE

         ZABATINO SALVATORE

         PISTRITTO SEBASTIANO

 

LISTA N° 6
MPA

I CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE

         MALTESE ANTONINO DETTO NINO

         AGRUSA GIANLUCA

         CAMPISI GAETANO

         CIMINO LUCA

         DI NATALE MARCO

         FAZZINA SALVATORE

         FRANZO’ SEBASTIANA

         GALAZZO MICHELA

         GIMMILLARO MAURIZIO

         LA ROSA BRUNO

         MALLIA SANTO DETTO IVAN

         MARINO ROMINA

         NIGRELLI DOMENICO

         PARISI MASSIMO

         SACCHI MARCO

         TORRISI DAVIDE

 

LISTA N° 7
PDL

I CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE

         CARTELLI LUIGI

         ALGOZINO ANTONINO

         ALLANNI ALBERTO

         BORDONARO SALVATORE

         CAMINITA VALERIA

         CANNATA ANDREA

         CARPINTERI PAOLO

         CARRUBBA CARMELO

         CASCIO PIETRO DETTO PIERO

         GARUFI FRANCESCO

         LA SPINA MATTEO DETTO MARCELLO

         LIONTI GIUSEPPE

         MARGAGLIOTTI ANTONINO DETTO TONINO

         MAROTTA SEBASTIANO

         MARSALA FRANCESCA DETTA FRANCA

         MESSINA SEBASTIANO

         MIGNOSA ERIKA

         RAITI EVELIN

         SARACENO LOREDANA

         SCARINCI BENIAMINO

LISTA N° 10
LIBERA DEMOCRAZIA

I CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE

         GIANNI LUCIANO

         GUZZARDI GIUSEPPE DETTO PEPPE

         MARULLO GIUSEPPE DETTO GIPI

         MIGNOSA GIUSEPPE DETTO PEPPE

         FAILLA SARA

         MARINO VINCENZO DETTO ENZO

         MOTTA SALVATRICE DETTA SALVINA

         AMORUSO ANNA

         DANIELE ALESSANDRO

         GIULIANA DANIELE

         COLETTA ANTONY

         SCALA GIUSEPPE DETTO PEPPE

         LANDRO DANIELE

         BELLINVIA SANTO

         INSERRA KATIA

         MANFRIDA GIOVANNI

         FICHERA GIUSEPPE DETTO PEPPE

         GANCI PATRIZIA DETTA PATTI

         GOZZO GIUSEPPE DETTO PEPPE

         BONURA DANIELA

 

LISTA N° 12
CON RIZZA PER PRIOLO

I CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE

         ARCURI VINCENZO  DETTO ENZO

         BARRESI ANTONINO DETTO  NINO

         BELLASSAI GIUSEPPE DETTO PEPPE

         CASTROGIOVANNI LUCA

         CATALANO GIUSEPPE DETTO PEPPE

         DI LORENZO OMAR

         GENNUSO STEFANO

         LEALI SEBASTIANO DETTO SEBI

         LI MANNI SALVATORE DETTO TOTO’

         LO VOTRICO DIEGO

         LOMBARDO GIUSEPPE DETTO PIPPO

         MENDOZA DIEGO

         NISI MAURIZIO

         PULICETTA GIOVANNI

         RIZZA CONCETTO

         SANTORO DOMINICO DETTO MIMMO

         SCHIFITTI SALVATORE DETTO SALVO

         TUTINO GIOVANNI DETTO GIANNI

 

LISTA N° 13
RINASCITA PRIOLESE

I CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE

         ATTARDI GIUSEPPE

         AUDITORE ANTONIO

         BIANCA PAOLO

         BIONDI AGATINO DETTO TINO

         BURGIO SALVATORE DETTO SALVO

         BUTTAFUOCO SALVATORE

         CAPPADONA CALOGERO

         CROCILLA’ GIUSEPPE DETTO PIPPO – INDIPENDENTE

         DESI TOMMASO

         FURNARI FRANCESCO

         GENNARO GIUSEPPEDAVIDE

         LEONE GIOVANNI DETTO GIANNI

         ORECCHIO VINCENZO DETTO ENZO

         PINNISI GIUSEPPE DETTO PIPPO

         SALAMONE VINCENZO DETTO ENZO

         SAMPIRISI ANDREA

         SINATRA ALESSIO

         TIRALONGO FRANCESCO

         VASILE SEBASTIANO DETTO NUCCIO

 

LISTA N° 15
FORZA PER PRIOLO

I CANDIDATI AL CONSIGLIO COMUNALE

         DI MARCO GIUSEPPE DETTO PINO

         BOSCARINO SEBASTIANO DETTO IANO

         FORTUNA SALVATORE

         RIO FRANCESCO

         CONIGLIO FELICE

         COPPA GIUSEPPE

         BOSCARINO GAETANO DETTO TANO

         SUMA ANGELO

         MAGLIOLI ROSARIO

         SIBILIA GIUSEPPE

         IANNELLI GIUSEPPE

         PETRUZZELLI SALVATORE

         PULIZZI SALVATORE

         TESTI FABIO

         MARSALA GIUSEPPE

         CONTAVALLE EMILIO CRISTIAN

         TARASCIO FRANCESCA

         CONIGLIO CROCETTA

         ITALIA GIUSEPPINA

 

 

Apertura campagna elettorale

giugno 1, 2008

Venerdì 30 maggio 2008 alle ore 19,00 si è tenuto in Piazza Quattro Canti il comizio di apertura della CAMPAGNA ELETTORALE della Coalizione “PATTO PER PRIOLO “, che appoggia ANTONELLO RIZZA a SINDACO nelle prossime elezioni del 15 e 16 giugno 2008.

 

Una piazza gremitissima ha manifestato il proprio calore umano ad ANTONELLO RIZZA che vede vicino a se in questo suo impegno politico oltre all’affetto della popolazione di Priolo, il consenso politico unanime e forte di tutto il CENTRO DESTRA. Infatti, fanno parte della coalizione che lo appoggia, oltre a ben sei liste civiche ( “LA SORGENTE” – “RINASCITA PRIOLESE” “CON RIZZA PER PRIOLO” – “ORA…NOI DONNE PER PRIOLO” – “ LIBERA DEMOCRAZIA” –  “FORZA PER PRIOLO”),   M.P.A.  U.D.C. e P.D.L. .

 

Un momento storico per Priolo, che con Antonello Rizza Sindaco avrà la possibilità di ottenere i finanziamenti della Comunità Europea, dello Stato, della Regione Sicilia e della Provincia – necessari per risolvere gli annosi problemi di Priolo –  visto che i maggiori esponenti dei partiti al governo nazionale (Ministro Prestigiacomo – Senatore Centaro – On.le Fabio Granata), regionale (Assessori – Gianni, Bufardeci e Sorbello)  e provinciale ( On.le Bono – candidato Presidente)  appoggiano la sua candidatura.

 

Durante il comizio sono stati affrontati dai vari oratori presenti ( Assessore Regionale GIANNI – On.le Fabio Granata – Senatore Roberto Centaro – Pippo Lombardo ed Avvocato Domenico Mignosa (entrambi candidati alla Provincia Regionale) le principali problematiche di Priolo.

 

In particolare, Antonello Rizza ( CANDIDATO a SINDACO ) ha trattato i problemi dell’ambiente, della salute, del lavoro e del disagio giovanile, assicurando il suo impegno e dell’intera coalizione.

A conclusione del suo comizio, ANTONELLO RIZZA, ha evidenziato che eletto SINDACO, rappresenterà l’intera popolazione di PRIOLO, nel rispetto dell’uomo e delle sue ideologie politiche.

 

La campagna elettorale di ANTONELLO RIZZA continua con i vari comizi rionali in ogni parte di Priolo.

 

 

Amministrative . Candidato del Centrodestra

maggio 28, 2008

Priolo , Rizza si affida anche a “Ora noi donne”

Priolo. Le nove liste elettorali che sostengono il candidato sindaco Antonello Rizza sono state presentate pubblicamente domenica mattina nella sala della foresteria del “Pala Acer”. In tutto 175 candidati, suddivisi fra le liste dei maggiori partiti del centrodestra (Pdl, Udc, Autonomia Sud) , e una serie di movimenti civici che appoggiano il candidato di “Patto per Priolo” che , come è stato sottolineato in piu’ occasioni, è un “unicum” visto che si stratta di una lista tutta al femminile. All’iniziativa hanno preso parte i deputati regionali Pippo Gianni e Pippo Sorbello , appena nominati nella giunta di Lombardo. Entrambi hanno confermato il pieno sostegno alla candidatura di Antonello Rizza e al suo progetto politico a favore del paese di Priolo. Con loro anche Nicola Bono, candidato del Pdl alla Provincia, il senatore Roberto Centaro , il parlamentare regionale del Pdl , Vincenzo Vinciullo ed il presidente provinciale di An, Roberto Meloni. Presentate anche le candidature priolesi al consiglio provinciale , rappresentate dall’avvocato Domenico Mignosa per l’Udc e da Pippo Lombardo , nella lista Alleanza azzurra.

 

 

 

 

Domenica 18 Maggio la tavola rotonda fra Musumeci , Rizza , Toppi e Valenti il dibattito Voluto dal circolo l’Anatroccolo. Posizioni distinte sul tema del rigassificatore.

maggio 20, 2008

Priolo i quattro candidati a confronto “Ecco le ricette su ambiente e sviluppo”.

Priolo Un confronto serrato quanto moderato quello che domenica 18 Maggio ,  ha visto protagonisti i 4 candidati a sindaco di Priolo. Antonello Rizza , Luigi Toppi , Orazio Valenti e Angelo Musumeci  hanno parlato davanti ad un nutrito pubblico, alla Biblioteca comunale di via Castel Lentini, dei temi legati all’ambiente e alla vivibilità: Argomenti particolarmente sentiti dai cittadini . L’incontro è stato organizzato dal circolo “L’Anatroccolo” , di Legambiente, il cui presidente, Pippo Giaquinta , ha posto una serie di domande ai 4 candidati alla guida dell’amministrazione comunale. Interventi articolati , moderati dal giornalista Vincenzo Giannetto, nel corso dei quali sono emersi anche spunti di critica nei confronti dell’amministrazione uscente. Luigi Toppi ha difeso l’operato della maggioranza uscente, della quale fa parte. I 4 candidati a sindaco si trovano d’accordo su un dato: l’importanza di una corretta informazione ai cittadini in merito alla qualità dell’aria e alle altre tematiche ambientali. Su questo punto , Giaquinta ha chiesto di conoscere i programmi degli aspiranti sindaci. Secondo Toppi “la parola d’ordine è tecnologia. Gli strumenti , ricorda , ci sono e ce ne siamo dotati. Basta utilizzarli” . Accanto ai sistemi informatici , il rappresentante del Pd ha ricordato la “tradizionale” informatica via posta. “ Ai priolesi , aggiunge,viene recapitata periodicamente una comunicazione con tutte le indicazioni che servono. Esiste comunque anche un portale “Comunicambiente” , attraverso il quale sarà possibile consultare tutti i dati”. In realtà con queste parole, Toppi ha anche replicato alle accuse mosse alla giunta retta dal fratello dagli avversari . Rizza ha “bocciato” l’aspetto “informativa” , così come è stato affrontato dal sindaco uscente. Per il candidato a sindaco del Centrodestra , “la cittadinanza è scarsamente informata di quanto accede nel nostro territorio”. Ha sciorinato una serie di dati . “Ho documenti , spiega , che parlano di un altro numero di sfiaccolamenti e fuori servizio , relativi agli ultimi anni , di cui cittadini non hanno notizia”. Poi una domanda che ha il sapore di accusa . “Chi pagherà , aggiunge, per tutto questo?” Rizza ha anche usato parole dure nei confronti del Cipa. “Un consorzio in cui controllori e controllati sono gli stessi soggetti”. La proposta è quindi quella di aggiungere al quadro esistente anche “un rilevamento comunale che garantisca l’imparzialità” . Nel programma preannunciato da Rizza figura inoltre la dismissione del pontile Magnisi. Angelo Musumeci ha puntato l’indice contro “gli assaltatoti del diritto salute”: Ha parlato dei “5 oleodotti sistemati proprio  nell’unica zona del territorio comunale che poteva essere destinata all’espansione” Al consiglio comunale, Musumeci, sostenuto dalla lista civica “Il faro” attribuisce la “colpa” di non avere consentito al comitato cittadino che lo chiedeva , di indire un referendum popolare su questo argomento. Inevitabile la polemica sulla Valutazione di impatto ambientale che il ministero ha emesso nei giorni scorsi a favore della realizzazione del rigassificatore. Musumeci preannuncia una “contromossa” , legale . Orazio Valenti , presidente del consiglio uscente, ha indicato l’utilizzo dell’energia alternativa come parte integrante del suo programma. “Il fotovoltaico” , ha detto , potrebbe essere sperimentato , a partire dagli uffici pubblici. Esistono possibilità di contributi in tal senso per le famiglie e sgravi che la legge prevede”. Valenti ha posto l’accento su un altro argomento “caldo” , l’impianto “Ecoil”. La delibera arriverà , annuncia  , in consiglio comunale mercoledì sera “ . Ancora tra le proposte del candidato di una parte del Centrosinistra ,  “il progetto di smantellare gli impianti dismessi e dare vita ad una reale riqualificazione. Noi siamo contro l’industria , ma per lo sviluppo sostenibile”. La posizione di contrarietà al rigassificatore è sembrata pressoché unanime. Un “no” motivato dalla contabilità per l’impianto. Più cauto Rizza , che ha dichiarato che se fosse eletto sindaco, aspetterebbe che la documentazione arrivi “sulla mia scrivania, con il parere degli altri enti coinvolti. A quel punto saprei cosa fare “. Tra le prospettive  emerse, quella di costruire una municipalizzata per l’erogazione di elettricità a basso costo. Tra gli altri problemi affrontai , infine , la disoccupazione (mille e 99 i disoccupati nel 2007, secondo i dati emersi dal dibattito) e il mancato completamento della Casa- albergo per anziani.

 

Giornale di Sicilia

Oriana Vella

 

 

 

Verso le Elezioni . Il deputato regionale del “Pdl” rilancia la necessità di coesione nel centrodestra. Nell’altro schieramento restano in campo Luigi Toppi e Valenti.

maggio 15, 2008

Priolo , Bufardeci “sponsor” di Rizza . Nel Centrosinistra sono due i candidati

Priolo . Coesione e stabilità devono essere le parole d’ordine del Centrodestra in vista della tornata elettorale di giugno : per confermare il risultato vincente già ottenuto a livello regionale e nazionale. Il deputato regionale del “Pdl” Titti Bufardeci, a proposito delle prossime elezioni , rilancia la necessità che i partiti del centrodestra restino coesi anche a livello locale, sostenendo il candidato Antonello Rizza di “Patto per Priolo”: Incassa quindi ulteriori consensi , il candidato del “Patto” che secondo quanto affermato dallo stesso Bufardeci “ha tutte le carte in regola per rappresentare la coalizione e proporre al paese un vero cambiamento” . E non manca una nota polemica nei confronti dell’attuale amministrazione : “Non intendiamo far si che a Priolo  , dice, si passi da Toppi a Toppi, senza prospettive di rinnovamento”: A livello più generale, il deputato fa presente che già alla fine dell’anno scorso c’erano state esplicite dichiarazioni da partiti del centrodestra a favore del candidato del “Patto “ e che queste non possono che essere confermate alla luce del successo elettorale. “Oggi, dice ancora Bufardeci, si tratta di responsabilizzare ulteriormente i partiti usciti vittoriosi dalle elezioni, nel senso della coesione anche a livello locale, dove naturalmente gli equilibri politici possono essere differenti: i cittadini hanno diritto di riscontrare coerenza, unità e sicurezza nei partiti del centrodestra”. Non meno forti le dichiarazioni del deputato Pippo Gianni , che pure all’indomani delle elezioni ha confermato il suo appoggio pieno al candidato Rizza. Sull’altro fronte, quello del Centrosinistra , non ci sarebbero novità significative sull’eventualità di svolgere elezioni primarie, richieste dai sostenitori del candidato Orazio Valenti. Anche in considerazione del fatto che i tempo sono ormai molto stretti e le elezioni amministrative alla porta. Resteranno presumibilmente due, quindi , le candidature del Centrosinistra da un lato Valenti , dall’altro Luigi Toppi . I tempi tecnici per lo svolgimento delle primarie sarebbero d’altra parte troppo stretti

 

Luisa Nitti

 

 

Elezioni al veleno. Il dirigente PD ha fatto votare il centrodestra e lui: “Ma quando mai!”

aprile 27, 2008

Antonello Rizza: “Ripetiamo a Priolo il percorso di Raffaele Lombardo”.

E’ sicuramente il nome attorno a cui si condensano le massime convergenze del centro destra, inteso come PDL, UDC, e MPA. Un emplain di parere favorevoli da ogni latitudine a partire dall’Udc e dal vice segretario aggiunto Salvo Montagno. “Sosterremo in pieno la candidatura di Antonello Rizza in quanto condividiamo totalmente il progetto politico, perché vogliamo rilanciare il paese di Priolo in termini occupazionali, ambientali, per fare tutto quello che non è stato fatto negli ultimi dieci anni”. La consacrazione, quella più importante, arriva direttamente dal PDL con il neodeputato più votato Titti Bufardieci: “Siamo tutti con Antonello, non c’è dubbio. Gli auguro la stessa fortuna”.

Non sarà facile per il nuovo sindaco di Priolo che dovrà innanzitutto sanare le discrepanze di stampo ambientalista con l’industria. Rizza dà un taglio diverso al programma politico: riversa la doverosa attenzione sul litorale comunale, che va sicuramente valorizzato.

“Intanto urge un adeguato piano spiagge – dice il candidato sostenuto dal centro destra - mentre, per quanto concerne l’industria, vedo positiva la convenzione per la coltivazione, specie sui terreni incolti, di piante come la colza e girasole, da utilizzare per la produzione di carburanti di origine vegetale”. Innovazione, dunque, al primo posto, ma anche ritorno al passato con la realizzazione di un parco a verde con pista ciclabile e area attrezzata per il tempo libero. E Rizza rincara la politica ecologista. “Farò un censimento di tutte le aree destinate a verde, nelle quali il verde spesso è solo sulla carta, in modo da poter monitorare continuamente gli interventi di manutenzione ed irrigazione e piantumazione”.

Un occhio particolare poi alla sanità: realizzazione di un centro funzionale per i servizi sanitari del territorio (poliambulatorio, medicina del lavoro e preventiva, vaccinazione, riabilitazione, etc.), creazione di un centro diagnostico di prevenzione tumori in collaborazione con le industrie e gli enti preposti, istituzione del registro delle patologia tumorali e delle malformazioni. Anche se Priolo è un comune fortemente industrializzato, non è detto che ci sia la certezza del posto di lavoro. “Penso ai giovani disoccupati e per loro renderò operativo lo sportello unico per le attività produttive. Completare ed assegnare l’area P.I.P. (piani insediamento produttivi) alle aziende che ne hanno fatto richiesta. Attivare corsi di formazione per nuove figure professionali per soddisfare le domanda che proviene dal mondo del lavoro. Incentivo economico alle aziende operanti nel territorio comunale che assumono i disoccupati priolesi. Incentivo agli artigiani ed ai commercianti in difficoltà economica per l’erogazione di un sostegno economico per agevolare il credito ed abbattere il tasso debitorio presso le banche. Creazione dell’osservatorio permanente sul lavoro e l’occupazione che dovrà occuparsi tra l’altro dell’individuazione , alla luce del PON 2007-2013, ultimo treno per lo sviluppo del sud., di tutte le leggi comunitarie, statali e regionali che prevedono contributi e finanziamenti agevolati per l’avvio di nuove imprese o l’ampliamento ed/o ammodernamento di quelle esistenti per la creazione di nuove ricchezze e posti di lavoro. E naturalmente , stabilizzazione dei precari”.

Unico, fondamentale punto a proposito di turismo e cultura: progetto di fruizione e valorizzazione della penisola Magnisi. Infine, per il sociale, istituzione del telesoccorso e della telemedicina, promuovere convenzioni con associazioni per il sostegno psicologico ai malati terminali e ai loro familiari.

Stra-successo del PDL alle politiche e regionali. Come candidato sindaco si sente forte di questo trionfo?

“Sicuramente, il grande consenso del partitone unico di Berlusconi mi dà ulteriore forze e consapevolezza. La gente ha scelto il cambiamento”.

Approfitterete delle debolezze altrui?

“C’è un ragionamento in corso all’interno del centro sinistra che si sta interrogando se è il caso di fare le primarie o meno. Inoltre, c’è una polemica in corso per quanto riguarda la candidatura di Toppo in quota al PD, partito, in effetti, che non lo rappresenterebbe in toto”.

Ma che tipo di campagna elettorale sarà? Si preannunciano i soliti sgambetti?

“Penso che il messaggio sia chiaro: qualcuno cerca di strumentalizzare il successo del PDL che ha delineato un quadro fantastico con trionfo in ambito provinciale dei deputati regionali e nazionali siracusani. Mi riferisco agli amici Bufardiarci, Gianni, Vinciullo. Confidiamo sull’onda lunga di questo successo anche per le provinciali e comunali. Personalmente, auspico e confido nella saggezza dei leader provinciali del PDL e dell’Udc, di non disperdere questo patrimonio e questo risultato elettorale. La gente ha dato un messaggio chiaro con questo voto. Mi auguro che a Priolo si possa realizzare lo stesso percorso fortunato di Raffaele Lombardo”.

Due mesi fa preconizzavano la nascita di un laboratorio politico a Priolo, che faccia da esempio agli altri comuni dove si vota e dove il PDL non è unito , non fa tutt’uno con UDC e MPA.

“E’ vero, siamo stati antesignani del ragionamento e dell’appello lanciato dal premier Berlusconi: andare oltre il Polo, Oltre la Cdl, A priolo abbiamo fatto proprio questo dando vita a un progetto politico del PDL unito, compatto, sostenuto da ben quattro liste civiche”.

Infatti, lei è anche espressione della società civile. Ha vinto tra l’altro le Primarie a Priolo.

“Ed è stato un trionfo, Pensi che su 4000 votanti duemila hanno scelto Rizza. Il resto se lo sono diviso Parisi, Mignosa e Maltese. Il che è tutto dire”.

Ma le primarie non sono di sinistra?

“Assolutamente no, personalmente, sono per le cose buone. Sono per la scelta condivisa dalla gente, dal paese. Una scelta popolare ce da anche autorevolezza al candidato che si sente, così, autorizzato nella decisione di diventare sindaco. Le primarie non sono per nulla un ragionamento del centro sinistra, ma un concetto onesto e genuino di partecipazione e di democrazia”.

Che toni avra’ la sua campagna elettorale?

“Onestamente ho intenzioni di iniziare in maniera chiara e senza infingimenti. Una campagna elettorale tesa a portare aventi il proprio progetto politico, le proprie iniziative programmatiche. E non con l’obiettivo di ostacolare gli avversari, di inquinare i loro progetti politici elettorali. E’ un brutto verro del PD, pensano che denigrando gli avversari riusciranno a spuntarla, come del resto hanno fatto negli anni passati”.

Sia piu’ chiaro Rizza. Quale marchingegno hanno messo in moto?

“Il mio messaggio mi pare chiaro: noi del centro destra abbiamo votato Gianni e quelli del PDL. Anche i fratelli Toppi e i loro amici hanno votato per il PDL nazionale. Voglio ricordare che Massimo Toppi fa parte del direttivo regionale del Partito Democratico. Davvero n bell’esempio di coerenza!”.

Poco male; se è vero che le cose sono andate così, non ritiene che dobbiamo ringraziare per la scelta fatta?

“Se vogliamo buttarla sul lato ironico, ringraziamo senz’altro. Però a noi non piace la politica fatta di accordi e decisioni prese con il bilancino, senza cuore e passione. Ritengo che questa parte del PD ha concluso il so ciclo. Noi siamo per la chiarezza, per la luce. Al contrario di qualcuno che invece è abituato a vivere nelle tenebre e sottobanco. A giugno la gente darà il voto a chi ha un programma chiaro e netto, la gente è stanca e vuole cambiare. Francamente, non capisco lo slogan di Luigi Toppi: “ La continuità dei risultati”: Davvero, stucchevole. Ma quali risultati? Priolo è, e resta, un paese dormitorio: il sistema ambientale è praticamente imballato, la zona industriale non dà risposte, la situazione giovanile è esplosiva. E Toppi professa la politica dei soliti pannicelli caldi. Un contradditorio”.

Luigi Toppi: “Non c’è più tempo per le Primarie, e poi non servono”

A Priolo si da per scontato il testa a testa con Rizza. Dunque, clima infuocato come tutte le belle sfide che si rispettano?

“Il clima è sempre sereno, per quello che ci riguarda. Portiamo avanti un programma decennale. Stiamo per completare le liste, nel giro di venti giorni l’iter sarà concluso. Per noi è la fase più importante e delicata. Anche se, personalmente, non sono tanto a favore di più liste. Si rischierebbe veramente la frantumazione dell’elettorato, quando invece sarebbe meglio avere più candidati che hanno la voglia e interesse di tracciare un progetto vero che dia un indirizzo alla campagna elettorale e all’amministrazione del paese.

Andiamo al trionfo netto del PDL. La sua lettura del voto?

“Dico subito che Priolo è stato l’unico comune siracusano in controtendenza rispetto al dato regionale e nazionale. Volendo fare un’analisi reale del voto, il PD è stato il partito più votato nonostante l’andazzo generale. Lo posso dimostrare, dati alla mano, sezione per sezione. A Priolo c’è stata un’apertura di credito da parte dell’elettorato verso l’operato dell’amministrazione Toppi in questi dieci anni”.

Parliamo del rapporto tra PD e Luigi Toppi. Si dice che lei non rappresenti il PD per intero.

“Come è logico che sia. Dentro un partito c’è sempre una minoranza. Guai se non fosse così. Penso che occorre comunque mantenere la propria autonomia, a volte discostarsi dalle logiche del direttivo. Prendere il caso del consigliere Cavarra: è stato nei DS e poi ne fuoriuscì per evitare che ci fossero imposizioni da parte del direttivo provinciale. La mia candidatura proviene da una scelta libera: a livello comunale si sono espressi all’unanimità , mi riferisco ai presenti ai n assemblea, altri non hanno contribuito alla scelta della mia candidatura . Questa parte del PD, quelli dei presenti appunto, rappresenta l’ottanta per cento del partito,e non è poco”.

Come mai il candidato Toppi non è riuscito a sanare la rottura con l’estrema sinistra?

“La sinistra Arcobaleno si è espressa in maniera diversa, candidando Valenti. Mi auguro che qualcuno faccia un passo indietro, scegliendo di rientrare nel quadro unitario del centro sinistra. Per esempio, invece di caldeggiare la propria candidatura, mi auguro che Cavarra diventi piuttosto capolista del PD”.

Niente primarie per il PD a Priolo?

“Il centro sinistra, anzi, il PD a tutt’oggi non ha un segretario. Penso che prossimamente si darà un organizzazione di partito. Forse dopo le elezioni. A questo punto, penso che tempo per fare le primarie non ce ne sia. Personalmente non penso che occorrano, il quadro mi sembra ormai abbastanza delineato. I priolesi devono votare chi deve amministrare il paese e non chi ha vinto le primarie. Plaudo sempre e comunque a quest’iniziativa, ma ripeto, per le primarie ormai i tempi non ci sono. Si stanno presentando le liste, E poi, credo di essere espressione di una continuità di un lavoro eccellente svolto in dieci anni. In tutti gli altri comizi, invece , sento solo parolone costruite ad arte contro il Sindaco Massimo Toppi. Nessuna proposta seria”.

La sostengono anche liste civiche , non solo partiti tradizionali?

“insieme al PD, Italia del Valori , lista Toppi per Priolo, Movimenti Democratici, Partito Socialista, lista civica Cittadini Attivi, un altro movimento che si è appena unito e cioè Alleanza Federalista , e l’Udeur”.

Domanda piccante che riguarda il voto delle politiche regionali. Si dice che una parte del PD non sia stata coerente e abbia optato per il voto disgiunto.

“Non è così. Vero è che all’interno del PD ci sono diverse anime, Ma è facile dirlo, difficile provarlo. A Priolo, come dicevo, ha vinto il PD, E i voti del PDl, a questo punto dove sono?”.

Cavalli di battaglia: sociale, giovani ….

“Abbiamo appena inaugurato il centro giovanile ottenendo il boom delle iscrizioni, circa duecento il primo giorno di apertura”.

Dicono che si tratti né più né meno di una sala biliardo.

“Non penso. Invece di infangare le nobili iniziative, bisognerebbe valorizzare quello che si è fatto, un favore che compete al prossimo amministratore. Al di là del colore politico. Per me si tratta pur sempre di un segnale positivo, quando si opere nell’interesse cittadino…..”

Come intende impostare la campagna elettorale?

“I comizi in piazza lasciano il tempo che trovano. Voglio fare un lavoro capillare, incontrare la gente m casa per casa, dialogare con le forze sociali, imprenditoriali, culturali, con le forze dell’ordine. Ognuno darà un contributo da inserire nel programma politico amministrativo di Luigi Toppi”.

IL PONTE – Rosa Tomarchio

Io la penso così di Antonello Rizza

aprile 23, 2008

Fare sport a Priolo? Ormai è un bel miraggio lontano. L’Amministrazione comunale uscente non ha saputo né preservare le strutture esistenti né incoraggiare i giovani del nostro paese a impegnarsi in un’attività sportiva. Prendiamo il caso emblematico dei due campi di calcio: entrambi chiusi per la presenza di pirite, entrambi da bonificare. Pochi giorni fa l’annuncio che le bonifiche starebbero iniziando. Ma possibile che in piu’ di due anni la giunta e l’assessorato competente non siano riusciti a fare sufficienti pressioni perche’ le bonifiche venissero eseguite in tempi piu’ brevi? L’annuncio dei giorni scorsi ha evidentemente il sapore di un “proclama elettorale”. Privare il paese di queste strutture sportive, per un tempo così lungo, è qualcosa che rende più povera la nostra collettività: le squadre devono allenarsi e giocare in trasferta, le società sportive hanno serie difficoltà a coltivare “vivai”, visto che non tutte le famiglie possono permettersi di accompagnare fuori i propri figli per gli allenamenti. Inoltre l’amministrazione aveva promesso di attrezzare provvisoriamente l’area che si trova dietro il palazzo comunale, cosa mai realizzata veramente. “Patto per Priolo” intende valorizzare al massimo le possibilità di fare sport nel nostro paese, non solo rimettendo in sesto le strutture gia’ esistenti, a cominciare dal Polivalente , ma anche creando nuove opportunità. Istituiremo un incentivo economico per l’avviamento allo sport, prevedendo fasce di esenzione in rapporto all’età dei praticanti. Inoltre intendiamo realizzare un campo di calcio con tappeto sintetico e costruire impianti sportivi di quartiere. Gli impianti andranno gestiti da associazioni sportive o miniconsorzi. Infine, il nostro progetto prevede la realizzazione di una pista di allenamento per amanti degli sport equestri. In definitiva il programma di “Patto per Priolo” darà ampio spazio alle possibilità di aggregazione offerte dallo sport. L’aggregazione sportiva è infatti anche un antidoto potentissimo contro il disagio sociale dei più giovani, altro punto su cui non intendiamo abbassare la guardia .

PRIOLO COME CUBA

aprile 19, 2008

A Castro succede Castro, a Toppi succede Toppi

Nulla di personale per carità ma permettetemi di dire ciò che penso. Se ciò è ancora possibile nel nostro paese, dove da anni vige il silenzio di un sistema che ti vede protagonista solo se appartieni alla “casta” ; sei invece reietto e bersaglio di critiche e valutazioni personali poco lusinghiere se ti azzardi ad esercitare quell’elementare diritto di critica che è il sale di una vera democrazia. Quando accade a Priolo è l’esempio più palese e fulgido di una politica parentale, fondata sui legami di sangue, sull’appartenenza genetica: figli, fratelli, madri, nuore, cognati, a sostenere un potere silenzioso, penetrante, a camere stagne, dove o sei dentro o sei fuori, “tertium non datur”. Suscita un tenero sorriso l’essere lusingati dalla scelta della coalizione circa la candidatura del fratello di Massimo Toppi alla sindacatura, condita dalla difficoltà della decisione di accettare un compito così gravoso. Bisogna avere una robusta dose di ironia ed essere assolutamente privi di spirito critico perché ragionamenti di questo tipo possano passare senza suscitare legittime perplessità. Una coalizione intera che intravede solo nel fratello dell’attuale sindaco l’unico soggetto adeguato possibile a sedere nella poltrona più importante. Di certo o le qualità saranno tali e tante o nessun altro che appartiene a questo contesto politico si caratterizza per particolare capacità e valenza. Si assiste ad una nuova dinastia, si è di fronte alla politica che si fa aristocrazia, alla politica del sangue blu, alla legge del maggiorasco, al delfinato. Complimenti, un raro esempio di modernità di alta democrazia. E le congratulazioni vanno ai fratelli, per il tentativo comunque non la riuscita, e a tutti coloro che supinamente accettano questo per ottenere qualche misero prezzo del loro silenzio un posticino da qualche parte a dire sempre si, impauriti di sbagliare persino una sillaba che potrebbe suscitare l’ira del principe e la conseguente defenestrazione. Altro che salto nel buio, qui il problema è il salto nella luce perché è chiaro ed evidente che di tutto ha bisogno il paese fuorchè di questo. “La comunità dei risultati”, dicono: quindi il novello cadetto dovrebbe assicurare quanto già compiuto dal fratello. Altro dubbio, i risultati di chi? Priolo è un disastro. E’ un dormitorio, basta fare una passeggiata alle otto di sera per accorgersi che non c’è anima viva in giro. La situazione ambientale è pessima. Il sistema sociale è imballato, non funziona, non c’è vita sociale serena, sono evidenti sacche di disoccupazione e povertà. Il mondo giovanile abbandonato a se stesso, è gravido di seri problemi, irrisolti, a meno che si ritengano panacee qualche stupida festa che non coinvolge alcuno se non gli organizzatori. Noi non siamo disattenti per niente e i messaggi politici di “Patto per Priolo” e degli alleati hanno serio motivo d’essere. Appunto “Cambiamo Priolo” , perché cosi com’è non ci piace affatto. “Rimettiamo in moto il Paese”, perché da lunghi, troppi anni è fermo, in coma. Priolo ha bisogno di riappacificarsi, di non essere mortificato, di una politica seria, capace, attenta ai bisogni della gente. Ha bisogno di un Sindaco che viva in paese, che si può incontrare in piazza, salutare, prendere un caffè con lui, che non abbia troppi grilli per la testa, semplice come semplici sono i cittadini, che non sia arrogante, che non disprezzi chi non la pensa come lui, che non consumi vendette, ma che al contrario, consideri i priolesi tutti uguali senza pensare alle appartenenze politiche. Noi lo abbiamo, si chiama Antonello Rizza, stimato ed amato da moltissime persone, circondato da amici capaci che sapranno ben consigliarlo in questa difficile battaglia elettorale e nella gestione amministrativa del comune. Qualsiasi cosa dicano miserabili vigliacchi che alla incapacità del confronto politico, perché sono scarsi, molto scarsi, preferiscono l’insulto, la maldicenza, il dileggio personale. Noi non siamo disattenti ed abbiamo buona memoria . Circa 4.000, dico 4.000 persone, hanno investito “Patto per Priolo “ ed Antonello della legittimità della guida del paese in occasione delle primarie. E molte di più saranno in occasione delle elezioni ne sono certo. Qualcuno ha dimenticato che le elezioni le decide il popolo, non un ristretto numero di persone dentro qualche stanza e che le idee devono avere le gambe , per camminare, senza invenzioni, senza investiture di pochi. Noi non possiamo, non vogliamo, non dobbiamo tornare indietro e men che meno verso un modo feudale di intendere la politica, questo lo lasciamo serenamente agli altri. Abbiamo un unico padrone, il popolo, abbiamo un unico interesse, il bene comune dei priolesi, di tutti i priolesi.

Mimmo Mignosa

Ritorniamo ad essere un paese normale – “Patto per Priolo” cresce con l’ingresso dell’Udc dell’On. Pippo Gianni

aprile 19, 2008

Mancano solo due mesi alla campagna elettorale che deciderà chi deve amministrare Priolo per i prossimi cinque anni. La coalizione di “Patto Per Priolo”, dopo lo splendido risultato delle primarie di ottobre che ha visto la partecipazione di 4000 elettori, in questi ultimo giorni si è rafforzata con l‘ingresso nella coalizione dell’Udc dell’On, Pippo Gianni, della lista civica “Forza per Priolo e della lista “Libera Democrazia” . L’ingresso dell’Udc nella coalizione ha aperto all’interno del “Patto” una discussione forte visto che si erano presentati agli elettori come una forza nuova ed alternativa all’attuale amministrazione e ad un certo modo di fare e concepire la politica. Tale confronto all’interno del “Patto” è stato superato da alcuni esponenti facendo portare il cuore oltre l’ostacolo privilegiando una politica di alto profilo dove il progetto politico, le idee, il bene di Priolo vengono prima ed annullano le questioni personali. Abbiamo assistito in questi ultimi dieci anni ad una gestione della cosa pubblica dai due volti. Nei primi cinque anni della amministrazione Toppi abbiamo assistito ad una gestione oligarchica della cosa pubblica dove solo pochissimi prendevano le decisione sulle cose da fare e sulle sorti del nostro paese. Negli ultimi cinque anni siamo passato dalla oligarchica ad un sistema feudale dove il feudatario, vassalli , ecc.. ecc. hanno gestito il potere (per utilizzare una parola in questi giorni molto in uso) come una casta. In questi ultimi cinque anni Priolo è stato governato da una casta che ha utilizzato il suo potere per interessi personali in barba agli interessi generali del paese. Pertanto abbiamo assistito a consiglieri comunali che sono stati assunti dalla grande industria, figli e figlie di consiglieri comunali assunte in societa’ pubbliche e nella grande industria, parenti stretti di consiglieri comunali che siedono nei consigli di amministrazione, figli di consiglieri comunali che fanno gli assessori ecc, ecc. tutto è legittimo ma che va contro ogni etica politica e a discapito di una maggiore trasparente azione politica. Nella prossima tornata elettorale il sistema di governo viene nuovamente sconvolto infatti vogliono passare da un sistema feudale ad un sistema monarchico dove il potere si tramanda da padre in figlio da madre in figlio/a o da fratello a fratello. Questo noi ed i cittadini di Priolo non possiamo consentirlo perche la monarchia in Italia è stata sconfitta nel dopoguerra della Repubblica, per questo vogliamo che Priolo ritorni ad essere un paese normale.

Il ruggito

I giovani alla conquista della politica – Antonello Rizza – “La svolta che da tempo si aspettava”

aprile 19, 2008

Chiaro è che la politica tutta a livello nazionale anche…ma non allarghiamo il campo, avrebbe bisogno di una seria integrazione di nuove figure: giovani, capaci, promettenti, ma soprattutto non appartenenti alla “vecchia scuola”, di cui l’attuale classe politica e’ rettrice, le province i comuni, che sono la ricchezza del nostro paese, devono dare spazio alle giovani menti, lasciare che la parola politica giri sulle bocche di tutti, far si che la gente si interessi, si occupi dei propri problemi. Di questo c’è serio bisogno. Forse qualcosa sta cambiando, come a Priolo dove tra i molteplici sostenitori di Antonello Rizza una buona percentuale è rappresentata da giovanissimi: ragazzi alle prime armi nel campo politico, che hanno voglia di emergere, di dire la loro, di cominciare a gestirsi, in maniera nuova e pulita! “la svolta che da tempo si aspettava”: cosi ha commentato Antonello Rizza, candidato sindaco della coalizione di centrodestra aggiungendo: “E’ ora che i giovani vadano alla conquista della politica”. E infatti l’aria che al mattino si respira in caffetteria è diversa dalla solita, alle solite facce intorno a un giornale, o davanti a un bancone si associano nuovi volti sbarbati, con un nodo alla cravatta non proprio ben riuscito, che si affacciano a discussioni varie su tematiche carie con l’interesse serio di chi crede in ciò che fa. Giovani impegnati a portare un peso non indifferente: la responsabilità di dover creare un futuro migliore.

Luca Cimino


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.